Incontinenza Urinaria

INCONTINENZA URINARIA

Tradizionalmente la gravidanza e il parto sono sempre stati ritenuti fattori di rischio per l’ incontinenza urinaria, in particolare per l’incontinenza urinaria da sforzo (IUS= si configura con la perdita involontaria di urina che si manifesta in occasione di aumenti della pressione addominale conseguenti ad esempio a colpi di tosse, starnuti, manovra di Valsava o ponzamenti, sollevamento di pesi, esercizi fisici).

Non è infrequente nel post-partum una incontinenza transitoria, riferita nel 24-30% dei casi, con una IUS definitiva nel 3-10% delle donne che hanno partorito.

Si ipotizza che il danno perineale possa essere conseguenza a un traumatismo diretto sulle strutture muscolari-legamentose e sulle terminazioni nervose indotte da sovraccarico dapprima, e dalla abnorme distensione poi, del perineo nel corso della gravidanza e del parto.

Interessati alla riabilitazione sono i muscoli perineali, in particolare il muscolo elevatore dell’ano principalmente nella sua porzione pubo-coccigea.

Clicca sul link per CONSULTARE L'OPUSCOLO SULL'INCONTINENZA URINARIA